Previsione platino 2020: cosa dicono gli esperti?

Gli investimenti sui metalli preziosi (oro, argento, platino, ecc) sono sempre molto ricercati, anche se negli ultimi anni hanno visto momenti di difficoltà. Per questo se prima gli investimenti su di essi fossero abbastanza ricorrenti, oggi si fa molta più attenzione prima di metterci i propri risparmi.

Nel nostro articolo andremo a scoprire quelle che sono le previsioni in merito ad uno specifico metallo prezioso, ovvero il platino.

Andremo ad osservare da vicino quello che è il suo andamento, e quelle che sono le previsioni per il prossimo futuro. Lo faremo osservando anche quello che il platino si è lasciato alle spalle, ovvero il biennio precedente.

Essendo un elemento finanziario che è stato costellato da difficoltà, e intorno al quale in questo periodo circola un po’ di scetticismo finanziario, cercheremo di fare chiarezza mostrando i dati effettivi che lo riguardano.

Andamento del platino negli ultimi anni

Abbiamo visto che per arrivare a quelle che sono le previsioni odierne in merito al futuro del platino, si deve andare a vedere come si è mosso nei due anni precedenti.

Andiamo ad osservare prima di tutto l’andamento che ha avuto negli ultimi anni, che gli esperti hanno definito come primo momento di difficoltà del platino, problematica che tuttora si porta addosso.

Anche nel 2019 il suo andamento è stato piuttosto controverso, su cui hanno avuto un impatto decisamente negativo gli sviluppi minerari in Sudafrica. Questo ha favorito decisamente il ribasso del platino negli ultimi anni, discesa per la quale ancora non si è vista una vera e propria di ripresa.

Ad incidere sul suo andamento è stato anche l’aumento della domanda per i veicoli elettrici, i quali non montano convertitori catalitici come le marmitte dei veicoli tradizionali, e che richiedevano l’utilizzo del platino.

Andamento platino per il 2018

Il 2018 non è stato certo migliore per il metallo prezioso, infatti il prezzo del platino è sceso di quasi il 16% rispetto all’anno precedente.

Persino il palladio, definito nell’ambiente il suo fratello gemello, è andato decisamente meglio. Abbiamo visto che nel 2017 il calo della domanda per i veicoli che montano convertitori catalitici ha inciso molto sul suo prezzo, e il 2018 ha visto aumentare ancora il calo della domanda di questi mezzi, per spostarsi ancora di più verso quelli elettrici.

Vi sono poi altri aspetti che incidono pesantemente sul prezzo del platino, ovvero le preoccupazioni geopolitiche, il fatto che anche in merito ai gioielli vi è stato un calo significativo della domanda e la discesa del dollaro USA. Questi sono stati indubbiamente i fattori significativi che hanno fatto restare basso il valore del platino durante tutto il 2018.

Andamento del platino nel 2019

Abbiamo visto che nell’ultimo biennio il Platino è stato in difficoltà. Sembra che il 2019 sia un ulteriore anno di perdite in merito a questo metallo, si pensa che alla fine dell’anno questo calo sarà intorno al 2 percento rispetto al 2018. Il problema rimane principalmente legato alla debolezza del mercato del diesel in Europa e quindi della mancanza di elementi nella auto che richiedano l’utilizzo del platino.

Sembra quindi che, alla luce delle perdite precedenti, quella del 2019 sarà minore. Questo fa ben sperare gli analisti, che vedono in questo calo della discesa un punto di svolta, il quale potrebbe vedere una ripresa seppur leggera nel 2020. Prima di arrivare però a capire bene quello che potrà accadere, vediamo quello che pensano gli esperti su quello che sarà l’andamento futuro del platino.

Previsioni platino: andamento nel 2020

Al momento non vi sono precise indicazioni, in quanto si tratta di un prodotto che risente molto di un’economia legata prettamente al suo utilizzo industriale.

Se ci si deve basare sui dati attuali, anche il prossimo anno comincerà con un passivo che viene da un triennio difficile.

Prima di fare un investimento su un metallo come il platino, è bene affidarsi ad un esperto che conosce il mercato, e che sappia individuare quando esso comincerà a risalire.

Qualora si sia esperti, e si investa in completa autonomia, prima di andare ad investire sul platino è bene osservare costantemente il suo andamento, oppure se si ritiene che la diminuzione della discesa sia un elemento che indica una ripresa, può essere ottimale la scelta di investire a lungo termine sul platino, coscienti però dei rischi a cui si va incontro se il suo valore dovesse nuovamente vedere una tendenza negativa anche nel futuro.

Broker e piattaforme per investire in platino in autonomia e in piena sicurezza

Sfruttare le previsioni di mercato è importante quando si tratta di investire e fare trading nel mercato. Per quello che riguarda il platino, il miglior modo per investire è quello di scegliere piattaforme e broker seri, autorizzati ad operare in Italia e certificati.

I più interessanti sono:

  • e-Toro, ottimo per copiare i trader più esperti con la piattaforma gratuita di copytrading. Trading a zero commissioni;
  • Plus500;
  • 24Options.