Migliori banche straniere 2019: elenco aggiornato

Siete alle prese con la scelta della banca per aprire un conto corrente, ma ancora non avete bene chiaro a quale rivolgervi. Dopo che avete fatto una carrellata delle opzioni in merito alle banche italiane e alle banche online, adesso volete andare a vedere cosa possono offrire in termini di sicurezza finanziaria e solidità le migliori banche straniere.

Ecco dunque che, in merito a questo aspetto, nel nostro articolo andremo a vedere quali sono i migliori istituti bancari stranieri al momento in circolazione, andando ad analizzare quello che è l’indice di solidità e il valore di rating che le migliori agenzie del settore hanno assegnato loro.

Migliori banche straniere 2019

Le banche straniere che andremo ad osservare sono quelle che al momento garantiscono solidità a lungo termine e quindi sicurezza finanziaria. L’elenco è casuale e non costituisce una classifica.

Ecco le migliori banche straniere che hanno almeno una filiale in Italia.

N26

Negli ultimi tempi N26, forse, è delle banche più conosciuta ed utilizzata. Estremamente semplice nell’utilizzo e adatta a molteplici esigenze.

N26 opera sul territorio dell’Eurozona, con un conto corrente gratuito con circuito MasterCard.

Il conto N26 Black (premium), offre servizi aggiuntivi rendento il servizio veramente completo pari a quello offerto da conti correnti delle banche tradizionali.

Banca Barclays

Banca Barclays, si tratta di una banca che a livello internazionale è tra le più forti in assoluto, la cui sede operativa è a Londra.

Siamo di fronte ad un istituto bancario che offre una moltitudine di servizi, tra i quali citiamo i più utilizzati dai clienti sia locali che stranieri:

  • Personal banking: sezione che riguarda la sottoscrizione di servizi comuni alle banche nostrane come prestiti, mutui e conti correnti. Inoltre, prevede anche l’ottenimento delle carte di credito e carte di debito per privati.
  • Servizio di home banking: tale opzione come sappiamo molto bene, permette di gestire il proprio conto corrente attraverso dispositivi come pc, smartphone e tablet.

Banca Barclays mette a disposizione della clientela consulenti finanziari di grande esperienza per qualsiasi genere di necessità, sia che si tratti di un correntista privato che di un’azienda.

Il suo indice di solidità è del 13,4 percento, un valore molto interessante in un momento di difficoltà, considerando anche la grandezza di esposizione che ha questo gruppo bancario.

In merito al rating Barclays si è vista assegnare il valore do A1+ sul breve termine.

Credit Suisse

Credit Suisse è una banca nata in Svizzera la cui fondazione risale al 1856, che ha la sua sede operativa nella città di Zurigo. Una delle banche in assoluto più grandi e diffuse al mondo, visto che ad oggi conta la presenza di sedi operative in oltre 50 paesi. All’interno di questo gruppo bancario lavorano oltre 48.000 impiegati, solo in Italia i possono contare 6 sedi: Roma, Firenze, Milano, Parma, Padova e infine Brescia.

Sono diverse le proposte che Credit Suisse mette a disposizione della clientela, ecco quali sono:

  • Private banking: si tratta di un insieme di prodotti classici uniti ad altri innovativi, che sono pensati e messi a disposizione del cittadino di qualsiasi categoria. Gli stessi servizi sono attivabili in tutte le 6 sedi italiane.
  • Servizi alle imprese: Credit Suisse ha messo in atto soluzioni specifiche alle quali possono accedere solo le aziende svizzere che hanno interessi operativi ed economici in Italia. Queste interessanti soluzioni però possono essere attivate solamente nella sede di Milano.
  • Clienti istituzionali: nelle sedi di Brescia, Firenze, Milano e Roma, ci sono a disposizione una serie di servizi che sono dedicati esclusivamente ai clienti di tipo istituzionale.

Analizzando da vicino la banca Credit Suisse ci accorgiamo che perlopiù la sua opera è incentrata sulla consulenza finanziaria, sempre messa come scelta primaria da parte dell’istituto bancario quando gestisce i suoi rapporti con la clientela.

Nello specifico parliamo di gestione patrimoniale, prodotti assicurativi e infine, fondi comuni di investimento. L’indice di solidità che possiede questo gruppo bancario è del 12,5 percento, mentre l’indice di rating è A- sul lungo termine con outlook positivo.

ING Direct

ING Direct, banca molto utilizzata e conosciuta che negli ultimi anni è cresciuta molto a livello di correntisti. Di origine olandese è in Italia dal 2001. Al momento, secondo quanto dicono gli esperti, è la prima banca in Italia sia per numero clienti (ha superato il milione di persone), che per volume di attività (oltre 20 milioni di euro).

ING Direct mette a disposizione della clientela una serie innumerevole di servizi, che vanno dal classico conto corrente fino ai mutui per la casa, prestiti personali, le assicurazioni sulla vita e infine, diverse possibilità di investimento. La cosa interessante di questo gruppo bancario, è che presenta una facilità di apertura conto e gestione tramite internet, tutto fatto semplicemente tramite dispositivo mobile o pc.

Quello che differenzia ING Direct da altri istituti che propongono gli stessi servizi, è la varietà e quindi quantità di servizi virtuali che vengono offerti ai clienti. Tra questi senza dubbio i migliori sono l’home banking e la Community Arancio, quest’ultima è in pratica un luogo di conversazione, condivisione e anche scambio di idee, su tutto quello che concerne il gruppo bancario e la clientela, sia quella già iscritta che quella potenziale.

Per quanto riguarda l’indice di solidità siamo intorno al 13 percento, mentre il rating calcolato su diverse opzioni finanziarie è di A- con outlook negativo.

Deutsche Bank

Deutsche Bank, di origine tedesca è tra le banche straniere più diffuse in Italia. Tra i vari servizi che offre alla clientela, oltre chiaramente a quelli classici di una banca commerciale e di investimento, offre prodotti che vanno dal risparmio gestito alla gestione patrimoniale. In merito a questi particolari settori si può accedere nel caso siamo aziende, investitori istituzionali oppure semplicemente dei privati.

I numeri di Deutsche Bank in Italia la dicono lunga su cosa sia questo gruppo, ovvero 650 filiali, 4.000 dipendenti e oltre 1.500 promotori finanziari attivi su tutto il territorio.

Sono tre le principali categorie di prodotti che sono offerti da Deutsche Bank. Ecco quali:

  • Personal banking: ideale per persone singole e per le famiglie, tra le principali funzioni vi sono quelle di conto corrente, carta di credito e carta revolving, come anche servizi a cui la banca dedica molta attenzione come prestiti e mutui, risparmio gestito e investimenti assicurativi.
  • Private banking: servizi che sono incentrati prevalentemente sulla consulenza per investire denaro.
  • Business banking: settore dedicato alle aziende e ai liberi professionisti, i quali possono contare su servizi dedicati che vanno ad interessare in maniera globale il proprio business.

Per quanto riguarda l’indice Cet-1 che ci dice il livello di solidità, questo 2019 tale valore dovrebbe attestarsi a poco più del 13 percento. Per quanto riguarda invece il rating, Fitch ha assegnato al gruppo tedesco un valore di BB+ sul lungo termine con outlook stabile.

Santander Consumer Bank

Santander Consumer Bank, siamo di fronte al famoso istituto di credito spagnolo, che come abbiamo potuto vedere negli ultimi tempi si è molto rinnovato nei suoi servizi, mettendo di fronte alla clientela prodotti di ultima generazione ai quali altri non sono ancora arrivati. Questo permette a Santander di offrire servizi che presentano condizioni tra le migliori del mercato.

La sua presenza In Italia è sempre più forte anno dopo anno, al momento conta nel nostro Paese 21 filiali ed oltre 6.000 attività che sono convenzionate con il gruppo bancario.

Il prodotto di punta di Santander è rappresentato dal prestito personale, in quanto ci sono opzioni molto flessibili che vanno dai prestiti semplici, alle cessioni del quinto per dipendenti e pensionati, il tutto a condizioni che sul mercato non hanno eguali. Inoltre, sempre con condizioni economiche molto vantaggiose, mette a disposizione della clientela carte di credito e prodotti finanziari quali assicurazioni, risparmio in conti deposito e leasing.

Andando ad osservare l’indice di solidità di questa banca, siamo ad una percentuale dell’11,30 percento.

Per quanto riguarda invece il rating Fitch ha assegnato al gruppo spagnolo un valore di A- sul lungo termine e un outlook stabile.

Carrefour Banca

Carrefour Banca è un istituto di credito di stampo francese, la cui diffusione in Italia è stata possibile grazie al fatto che offre in autonomia finanziamenti alla clientela per acquisti all’interno dei propri punti vendita. Tali prestiti possono avere varia natura, ma in linea di massima permettono di poter accedere all’acquisto di beni anche esterni al supermercato come auto e moto, o per costi straordinari come la ristrutturazione della casa.

La cifra massima alla quale si può accedere è 30.000 euro.

Essendo un gruppo che opera su finanziamenti e non su altre tipologie di prodotto, al momento non si hanno ancora dati sull’indice di solidità e sul rating.