Come fare trading online: Guida 2019

Il trading online è un fenomeno che negli ultimi anni è cresciuto in maniera esponenziale perché i potenziali guadagni sono possibili.

È davvero possibile arrivare a vivere di trading?

Le persone che sono riuscite in questa “impresa” sono diverse, anche se ancora rimangono la minoranza di quelli che ci provano. Non perché sia impossibile, ma perché viene applicato un metodo di trading sbagliato.

L’elemento principale per avere successo è che si deve imparare come fare trading.

Nel nostro articolo andremo a conoscere prima di tutto cos’è il trading, e anche come fare per iniziare ad investire.

Cos’è il trading online

La parola trading, tradotta nella nostra lingua significa “negoziazione digitalizzata”, e prevede la possibilità di fare operazioni telematiche di titoli finanziari.

Trattasi di un servizio alla clientela che diverse società finanziarie (importante che siano autorizzate dalla Consob) mettono a disposizione, e di cui si può usufruire attraverso dispositivi mobili o pc che siano connessi a Internet.

Il sistema permette di visualizzare i titoli di numerosi mercati borsistici italiani ed esteri. Si potranno fare acquisti e vendite, sia a lungo che a breve termine.

Le società che gestiscono queste piattaforme di trading sono definiti “broker online”, e ad ogni transazione prendono una commissione.

Le percentuali di guadagno su ogni transazione possono variare sensibilmente, non vi sono mai percentuali di profitto standard. Il trading prevede diverse tipologie di investimento, le più conosciute e utilizzate sono le classiche transazioni di acquisto e vendita.

Trading online per principianti: come iniziare

Il trading, come abbiamo visto, ha diverse opzioni di transazione, ma la più utilizzata rimane quella di acquisto e vendita.

Queste prevedono dei regolari contratti di acquisto di un determinato asset (che può essere un titolo, una valuta, un materiale e così via) e la successiva vendita. Tali transazioni non hanno tempistiche stabilite, un’azione la si può acquistare e vendere quando si vuole.

È chiaro che non si deve dimenticare che l’obiettivo finale è quello di fare profitto, per cui è bene non aspettare troppo a vendere se si è in guadagno, perché le azioni fluttuano e si può perdere quanto guadagnato in poco tempo.

Per coloro che sono principianti, le piattaforme mettono a disposizione video guide e corsi online per imparare a fare trading e leggere i vari indicatori per aiutarsi nella scelta tra i vari asset. Chi volesse dunque imparare prima di investire i propri soldi, avrà a disposizione tutti gli strumenti necessari per essere a tutti gli effetti un investitore consapevole.

Come investire con il trading online

Molti si aspetterebbero di trovare in questo paragrafo notizie riguardanti segreti e la bacchetta magica che porta soldi sul proprio conto di trading. Purtroppo, e a logica, le cose non stanno così. Non esistono segreti che ci aprano le porte del successo, se non seguire alcuni punti fondamentali che indichiamo di seguito:

  • essere preparati: il primo passo è quello di studiare il mercato, le tecniche per analizzare i flussi e il mercato azionario, imparare a leggere il calendario economico e saper leggere gli umori degli altri trader. Una volta che ci si è fatta una vera e propria cultura sia sul mondo finanziario in generale che quello del trading, si sarà pronti per cominciare.
  • essere psicologi di sé stessi: saper leggere dentro di noi è fondamentale per riuscire nel trading. Per poter investire si devono seguire delle regole precise, ovvero porsi degli obiettivi ad ogni transazione, e una volta ottenuto il guadagno prefissato incassare senza sperare che aumenti ancora. Si rischia altrimenti di vedere sfumare quanto guadagnato. Si devono anche limitare le perdite, prefiggendosi un massimale che si può perdere ad ogni transazione, e non andare oltre a questo livello. Il trading non è un sistema dove agire d’impulso, ma ci vuole perseveranza e uno studio a lungo termine;
  • saper scegliere i mercati giusti: non tutti i mercati sono ideali per fare trading, anzi. Ad esempio, la coppia di valute EUR/USD è una delle migliori perché molto liquida, quindi dà molte possibilità;
  • saper aspettare: fare trading non significa dover investire in ogni momento della giornata, ma anche e soprattutto saper aspettare il momento giusto per farlo;

Guadagnare con il trading è possibile, ma per farlo è bene fare un piano di investimento a lungo termine, seguendolo fedelmente ed evitando di essere avventati nelle decisioni. Attenzione perché, come per ogni investimento, anche i rischi di perdita sono concreti.

Fare trading: quale piattaforma scegliere per iniziare?

Per molti, specialmente coloro che sono incuriositi dal trading ma sono alle prime armi, il problema è come muoversi per iniziare. Soprattutto, a preoccupare è l’aspetto della sicurezza dei propri capitali. Siccome perdere i propri risparmi con il trading online non è così difficile, è bene sapere che prima di cominciare si deve essere sicuri di aver compreso il funzionamento.

Quindi, il primo passo da fare è rivolgersi a quelle società di trading autorizzate che offrono un periodo di prova con un account demo, con il quale si possono fare tutte le prove che si vuole senza perdere il proprio capitale.

Un altro aspetto da considerare è la sicurezza delle proprie operazioni. Per questo motivo è decisamente importante mettere il proprio capitale nelle mani di broker che siano autorizzati dagli organi di vigilanza, in questo caso la Consob.

Detto questo, all’interno delle piattaforme riconosciute, si potrà optare per quelle che offrono i migliori bonus d’ingresso sulla base delle proprie possibilità di investimento.

Trading online: quanti soldi servono?

Molti utenti si chiedono quanti soldi sia necessario investire per cominciare a fare trading. In realtà, come deposito moti broker chiedono un minimo di 100 euro.

Dunque, non serve molto, ma è chiaro che questo dipende da quanto si voglia guadagnare.

Più basso è l’investimento, più bassi saranno i guadagni, quindi per raggiungere un certo capitale sarà necessario un bel po’ di tempo.

Per questo motivo, alcuni investitori esperti consigliano di partire da almeno 1.000 euro, ma ovviamente non è una cosa che tutti vogliono / possono fare.