Investire in Criptovalute nel 2019

Le criptovalute sono un tipo di moneta che ha preso piede negli ultimi anni, e nello specifico è una valuta digitale che si può utilizzare negli acquisti online.

Da un po’ di tempo vi sono anche alcuni negozi fisici nel mondo che per i pagamenti accettano le criptovalute.

Quali sono queste cryptovalute e quindi su quali investire nel 2019?

Nel nostro articolo andremo ad analizzare da vicino il mondo delle monete digitali, cercando di capire come investire in criptovalute, perché farlo e quali siano le migliori strategie da seguire.

Come investire in criptovalute

Le cryptovalute sono monete prettamente digitali, quindi l’investimento migliore avviene tramite il trading online. Essendo uno dei sistemi di investimento finanziario più utilizzato negli ultimi anni, non può che essere la piattaforma perfetta per investire i propri capitale nella sfera delle criptovalute.

Il trading di questo tipo, infatti, è la giusta strada per differenziare il proprio portafoglio di investimento, affiancando una nuova forma di operazione (ovvero quella con gli asset digitali) al classico investimento di azioni, Forex, materie prime, ecc.

Come nel caso delle valute, vi sono chiaramente delle monete digitali che sono più utilizzate e su cui si concentrano maggiormente le scelte degli investitori. Parliamo del Bitcoin e dell’Ethereum, che permetteranno molte opportunità di acquisto e vendita con molte operazioni possibili, permettendo di fare interessanti profitti.

Su quali cryptovalute investire?

Tra le monete digitali una delle più conosciute è sicuramente il bitcoin, capostipite delle altre monete sorte negli ultimi tempi, e che rappresenta sempre un ottimo investimento. Nel 2017 è stato un vero e proprio successo finanziario, ma rimane per questo 2018 e per il 2019 un elemento sempre dal valore interessante su cui porre l’attenzione.

L’Ethereum è la moneta digitale che a tutti gli effetti si può considerare il principale antagonista del  Bitcoin. Migliore come quotazione, prospettiva di crescita, e anche come interesse da parte dei principali organi che operano in questo settore. Creata dal genio della matematica che si chiama Buterin, tale moneta è destinata a far parlare di sé a lungo.

Altre tre criptovalute su cui vale la pena investire oltre alle due principali appena citate, sono Ripple, Litecoin e Iota.

In un mercato di criptovalute che seppure ancora interessante sta diventando oramai saturo, queste sono monete digitali che continuano a essere molto valide perché hanno una propria ‘personalità’ che le fa distinguere dalla massa.

Perché investire in criptovalute?

La domanda sul perché sia una scelta ottimale investire nelle criptovalute è lecita, e la risposta la si trova nello specifico osservando quello che è lo storico delle monete digitali.

Nate nel generale disinteresse, perché nessuno aveva idea di cosa sarebbero diventate oggi le cryptomonete, hanno rappresentato il migliore investimento in assoluto che si sia mai fatto nella storia della finanza mondiale.

Basti pensare al bitcoin che appena uscito costava 0,49 cent, ad oggi 1 bitcoin viene scambiato ad una cifra di circa 6300 dollari. In pratica, circa 5600 euro. Nella sua storia il bitcoin ha raggiunto anche cifre che superavano i 19 mila dollari. Tali cifre non è detto che saranno raggiunte nuovamente, ma questa cosa serve a capire quanto possa essere alto il margine di profitto quando il valore di una criptovaluta tende a crescere.

È consigliato ad oggi investire in cryptovalute perché, sebbene si tratti di un mercato dove è stato già estrapolato il massimo possibile, rimane comunque una moneta sempre attuale, di ampio utilizzo nel mondo online e con un grande potenziale di crescita.

Quando investire in cryptovalute e quanto ci si guadagna?

Una delle leggende metropolitane che circolano nel mondo delle cryptovalute, è che esiste un momento top in cui investire, ovvero un momento in cui comprare e uno in cui vendere. In realtà, è bene fare chiarezza.

Per sapere quando investire nelle criptovalute, il passo da fare è quello di studiare i loro movimenti per un po’ di tempo, guardando quando ci sono i picchi minimi e massimi. In pratica, farsi un’idea di quando sia il caso di comprare, e poi di vendere quando la plusvalenza si sia fatta interessante.

Datevi sempre degli obiettivi su quando e quanto investire, e soprattutto quanto volete guadagnare da ogni operazione di trading online con le criptovalute. Non cercate mai di strafare, datevi dei massimali e quando li raggiungete vendete, utilizzate anche la strumentazione per limitare le perdite, ovvero la funzione di stop loss. Questa permette di impostare un limite massimo di perdita, raggiunto il quale la posizione di investimento viene chiusa in automatico, limitando così la perdita al valore impostato.

Nothing Found

It seems we can’t find what you’re looking for. Perhaps searching can help.